Bimbo di tre anni abbandonato e solo per 6 ore, chiuso nel pullmino che doveva portarlo alla scuola materna

0

È successo a San Giovanni Valdarno (Arezzo). L’allarme quando la mamma è andata alla scuola per riprenderlo. Immeditamente si sono mobilitati i Carabinieri che rapidamente hanno ritrovato il bimbo: dopo 6 ore, era ancora sul pullman, solo e seduto, con la cintura allacciata, impaurito e in lacrime.

E’ stato portato in ospedale, ma sta bene.

Sul mezzo di Autolinee Toscane c’era anche un’accompagnatrice ma né lei né l’autista si sono accorti che il piccolo era rimasto dentro.

L’accompagnatrice, secondo quanto dice Autolinee Toscane, è già stata sospesa mentre sono in corso altre indagini per accertare con precisione la dinamica dei fatti.

«Quanto accaduto è un fatto grave, inammissibile, che non rimarrà impunito. L’accompagnatrice è già stata sospesa dal servizio e saranno presi provvedimenti disciplinari del caso. L’azienda ha avviato una indagine interna per accertare le responsabilità». Così Jean-Luc Laugaa, Ad di Autolinee Toscane commenta quanto successo stamani a San Giovanni Valdarno, dove un bimbo di tre anni è rimasto per sei ore abbandonato nel deposito dei bus, dopo che autista e accompagnatrice non si erano accorti che non era sceso all’arrivo alle materne.

«Abbiamo contattato la famiglia, a cui abbiamo manifestato ed espresso la nostra vicinanza e solidarietà e presentato le scuse più sentite, l’impegno ad assumere tutte le iniziative affinché quanto accaduto non debba più ripetersi – conclude Laugaa – Ci siamo accertati delle condizioni del bambino e abbiamo dato massima disponibilità per qualsiasi necessità e manifestato il necessario sostegno alla famiglia e al bambino»