SANITA’: LA PREOCCUPAZIONE DELLA CISL

0

Infermieri ed OSS inascoltati da questa Direzione aziendale

Arezzo – Gli operatori sanitari devono essere più ascoltati dal dipartimento infermieristico! La Cisl Fp di Arezzo, interviene con decisione sui problemi di Infermieri ed OSS dell’azienda sanitaria Sud Est.

Esiste una reale e forte problematica, evidenzia la Cisl con il segretario generale della FP Maurizio Milanesi e la segretaria LucianA Lapi, una sensazione di lontananza, se non di assenza, della direzione dipartimentale di area vasta dalle reali problematiche operative dei nostri sanitari del comparto impegnati nei reparti ospedalieri e sul territorio, in particolare quello della provincia di Arezzo.

Si ha l’impressione, continua la Cisl, che si agisca come in un “cerchio magico” e questo è pericoloso perché gli operatori possono avere la sensazione, magari errata, che certe scelte possano essere indotte più da motivazioni di prossimità, che da condivisione professionale e di valorizzazione delle competenze dei percorsi formativi.

Per questo la Cisl chiede alla Direzione Aziendale un momento di confronto e verifica congiunta sulla situazione del Dipartimento infermieristico di Area Vasta, mirando all’introduzione di criteri gestionali di collegialità e condivisione territoriale e professionale con i lavoratori.

Criticità emergono anche nel settore medico. Si evidenziano carenze oramai ataviche tra i medici, partendo dal pronto soccorso, solo per fare un esempio. Si registrano uscite eccellenti di primari che non verranno ripristinate a breve visti i tempi biblici dei concorsi. “Quota 100” aggraverà di certo questa situazione che ricadrà come sempre sui professionisti che rimangono e sulla qualità dei servizi offerti.