Accademia Petrarca. Congresso internazionale di fisica e matematica dal titolo “Giornate Signorini”

0

L’Accademia Petrarca di Lettere Arti e Scienze di Arezzo, il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Perugia, il Dipartimento di Matematica dell’Università di Firenze e AISA Impianti spa organizzano per i giorni 24-25 gennaio 2019 un Congresso internazionale dal titolo “Giornate Signorini”, il cui scopo è quello di celebrare la memoria del famoso matematico aretino Antonio Signorini. Ad Arezzo viene celebrata la prima di queste “Giornate” annuali, che successivamente saranno organizzate in altre città.

Antonio Signorini nacque ad Arezzo nel 1888 e morì a Roma nel 1963. Si laureò in Matematica alla Scuola Normale Superiore di Pisa nel 1909, avendo come relatore Gian Antonio Maggi e co-relatori Luigi Bianchi e Tullio Levi-Civita; nel 1921 si laureò poi anche in Ingegneria civile presso l’Università di Palermo dove era stato chiamato a insegnare qualche anno prima.

Signorini compì numerose ricerche sulla meccanica razionale e applicata, sulla meccanica del continuo, sulle equazioni costitutive, sulla balistica, sulla termodinamica e sulla teoria dell’elasticità, in particolare sulle deformazioni finite. La sua produzione scientifica consiste di 114 opere, tra articoli, monografie e libri di testo. Nel 1909 ottenne il Premio Giovanni Maria Lavagna; nel 1920 ricevette la Medaglia d’Oro dell’Accademia Nazionale delle Scienze detta dei XL. Dopo aver insegnato nelle Università di Palermo e di Napoli, fu Professore ordinario di Fisica Matematica presso l’Università di Roma La Sapienza dal 1938 al 1958. Signorini è conosciuto sia per i suoi fondamentali contributi nella teoria dei corpi elastici (al suo nome è legato la formulazione del cosiddetto problema di Signorini, da lui posto sotto altro nome e dedicatogli da Gaetano Fichera, suo allievo, che lo risolse), sia per esser stato allievo e maestro di alcuni fra i più importanti matematici italiani del secolo scorso.

Al Convegno, che ha ottenuto il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Arezzo e del Comune di Arezzo, partecipano, accanto a studiosi di fama internazionale distintisi per i loro lavori sulla teoria dell’elasticità, anche giovani ricercatori, già autori di importanti ricerche in materia.

Il Convegno aprirà i lavori giovedì 24 gennaio 2019, alle ore 16,00, presso la Casa del Petrarca, via dell’Orto 28, con le relazioni di K.R. Rajagopal (Texas A&M University College of Engineering, USA) e Antonio Fasano (FIAB, Firenze); proseguirà poi la mattina di venerdì 25 gennaio 2019 presso la Centrale di Recupero AISA Impianti, in loc. San Zeno, a partire dalle 9,30, con le relazioni di Angiolo Farina (Università di Firenze), Luigi Vergori (Università di Perugia), – Andrea Nobili (Università di Modena), Giuseppe Tomassetti (Università di Roma Tre), e Stefano Turzi (Politecnico di Milano).

 L’ingresso è libero.