Arezzo a metà: buon primo tempo, poi esce dalla partita. Vercelli – Arezzo: 1-0

0
A Vercelli decisivo il gol di Gatto
Equilibrata la prima frazione di gara: traversa di Mammarella, occasionissima per Cutolo, buon debutto di Remedi. Poi a inizio ripresa la rete della Pro cambia l’inerzia della gara e gli amaranto vanno in apnea. Improduttivi gli ingressi di Persano, Zini e Salifu. Terza sconfitta stagionale, la prima in uno scontro diretto.

Il neoacquisto Remedi subito titolare nell’Arezzo che apre il 2019 con la trasferta di Vercelli. Confermatissimo il 4-3-1-2 con Serrotti trequartista. Indisponibile Belloni, rimasto a casa con l’influenza. 4-4-1-1 per i bianchi: in attacco Morra e Gatto.

La Pro ha tante assenze ma parte forte. Prima Azzi sfonda a destra e scalda i guanti di Pelagotti, poi Bellemo in mischia calcia sopra la traversa. Per dieci minuti l’Arezzo fatica ad adattarsi al campo sintetico e a uscire con il palleggio dalla propria metà campo. Al 14′ il primo lampo amaranto: ripartenza perfetta avviata da Remedi, ottimo movimento di Brunori e palla deliziosa per Cutolo che scavalca Nobile con un tocco sotto. A un passo dalla riga, Milesi salva quello che sembrava un gol fatto.

Remedi è subito in partita a modo suo: aggressivo, combattivo e anche ammonito al 18′ per un gomito alto su Schiavon. L’Arezzo cresce, la palla comincia a girare più veloce, Brunori al 22′ si guadagna lo spazio per il tiro ma il destro è molle. Al 25′ occasionissima per la Pro: Mammarella esibisce il pezzo forte del reperetorio e dalla distanza centra la traversa.

La parte centrale del primo tempo è colorata di bianco. La Pro ha gamba e fisico, l’Arezzo subisce. Al minuto 36 ammonito anche Pelagatti per proteste dopo un fallo ai suoi danni non fischiato da De Angeli. All’improvviso, Remedi ridesta l’Arezzo: bomba dai venticinque metri, Nobile la alza in corner con la punta delle dita. E’ l’ultimo sussulto di un primo tempo in equilibrio e che si chiude sullo 0-0.

L’avvio di ripresa è fatale all’Arezzo, che si fa cogliere di sorpresa da un cross di Berra da destra. Morra la sfiora di testa e il suo diventa un assist per Gatto che, sul secondo palo, calcia forte di controbalzo. Pelagotti la tocca soltanto e la palla finisce in rete. 1-0.

La partita si complica, anche se Brunori è sempre vitale in attacco e con una legnata da fuori area fa venire i brividi a Nobile. Buglio e Serrotti sono fuori dal gioco, la manovra amaranto è poco fluida anche per questo. Dal Canto se ne accorge e al 20′ toglie proprio il numero 4: entra Persano, Cutolo scala sulla trequarti e Serrotti va in mediana.

La mossa però non sposta gli equilibri. L’Arezzo è farraginoso, la Pro è più reattiva. Alla mezz’ora arriva il momento di Zini che prende il posto di Serrotti per un più offensivo 4-2-3-1. Ma la palla gol più pulita ce l’hanno i bianchi: cross di Rosso, capocciata di Germano e Pelagotti con un gran riflesso mette in angolo.

A cinque dalla fine tocca anche a Salifu (fuori Foglia). Brunori con un destro in girata la mette a un metro dal palo, ma sono fuochi fatui. L’arbitro assegna 4 minuti di recupero che però non servono a niente. La Pro vince con merito, per l’Arezzo è la terza sconfitta stagionale, la prima in uno scontro diretto.

Vercelli. Stadio ”Silvio Piola”, ore 14.30.

PRO VERCELLI (4-4-1-1): 22 Nobile; 2 Berra, 5 Tedeschi, 13 Milesi, 3 Mammarella; 27 Azzi (35′ st 28 Crescenzi), 18 Schiavon, 14 Bellemo, 10 M. Gatto (28′ st 17 Rosso); 8 Germano (42′ st 19 Mal), 32 Morra.

A disposizione: 1 Moschin, 12 Rovei, 21 Grillo, 25 Pezziardi, 29 Iezzi, 30 Foglia.

Allenatore: Vito Grieco.

AREZZO (4-3-1-2): 22 Pelagotti; 16 Luciani, 6 Pelagatti, 26 Pinto, 32 Sala; 4 Buglio (20′ st 19 Persano), 8 Foglia (40′ st 17 Salifu), 18 Remedi; 11 Serrotti (31′ st 7 Zini); 9 Brunori, 10 Cutolo.

A disposizione: 1 Melgrati, 2 Zappella, 3 Varutti, 13 Basit, 24 Burzigotti, 27 Bruschi, 28 Keqi, 29 Tassi, 33 Borghini.

Allenatore: Alessandro Dal Canto.

Indisponibili: 15 Nije, 21 Benucci, 39 Belloni. Diffidati: 4 Buglio.

ARBITRO: Paride De Angeli di Abbiategrasso (Alessandro Rotondale de L’Aquila – Michele Pizzi di Termoli).

NOTE: spettatori presenti circa mille. Ammoniti: pt 18′ Remedi, 36′ Pelagatti; st 7′ Pinto, 19′ Cutolo. Angoli: 8-4. Recupero tempi: 0′ e 4′

RETI: st 3′ M. Gatto