Attenzione al ghiaccio durante le ore notturne e nelle prime ore del mattino

1

Su diverse strade della nostra provincia il ghiaccio rende pericolosa la circolazione: numerosi incidenti, pur se di lieve entità, si sono verificati a causa di neve e gelo sulle strade provinciali.
Si registra ghiaccio anche sulla E45 e le regioni Toscana e Umbria invitano alla prudenza.

Estremante pericolosi i tratti inclinati, sia per chi sale ma soprattutto per chi scende. Il sole dovrebbe far tornare tutto alla normalità entro breve tempo, ma i tratti in ombra potrebbero rimanere pericolosissimi.

Attenzione soprattutto al ghiaccio nero, chiamati così perchè sostanzialmente invisibile.

E’ un sottile strato di ghiaccio che si forma sulle superfici (specialmente strade, marciapiedi e vialetti) a causa di una leggere pioggerellina ghiacciata, o a causa dello scioglimento e successiva risolidificazione di neve, acqua o ghiaccio. E’ chiamato “ghiaccio nero” perchè tende ad assomigliare al resto dell’asfalto anche se in realtà è piuttosto trasparente. Il ghiaccio nero si forma senza creare bolle, e ciò gli permette di integrarsi alla perfezione su qualsiasi superficie ed è pericoloso proprio perchè è difficile da notare prima che sia troppo tardi.

Assume quasi sempre forma lastre di ghiaccio molto lucide e lisce. La lucentezza della strada è infatti un grosso indicatore della presenza di ghiaccio nero. Se la maggior parte delle strade su cui stiamo guidando ha un aspetto normale, ma il tratto immediatamente davanti a noi ha un aspetto piuttosto lucido, con ogni probabilità stiamo per passare su un tratto di ghiaccio nero.

Oltre ad usare la prudenza alla guida, la regola generale quando siamo sopra ad una lastra ghiacciata, è quella di intervenire il meno possibile, facendo in modo che l’auto sorpassi il tratto. Non toccare i freni e tenere il volante ben dritto. Assecondare una eventuale sbandata senza cercare il controsterzo che manderà invece l’auto in testa coda.

Ci sono molti modi per ridurre le chance di essere sorpresi dal ghiaccio nero per strada. Sapere come affrontarlo è sicuramente al primo posto, ma ecco altre cose da fare:

  • Viaggiare lentamente. Non correre se il clima è gelido, si rischia di perdere ogni possibilità di controllare l’auto sul ghiaccio nero.
  • Non stare incollati al veicolo che precede. Stimare almeno una distanza doppia del normale.
  • Tenere il parabrezza pulito da ghiaccio, neve, sporco e qualsiasi altra cosa in grado di ostacolare la visuale. Usare i tergicristalli può significare anche danneggiarli. Meglio un’apposita spatola per rimuovere il ghiaccio dal parabrezza 
  • Fari accesi per aiutarsi ad individuare il ghiaccio nero grazie ad eventuali riflessi.
  • Controllare le condizioni delle gomme. L’usura eccessiva potrebbe già causare incidenti in condizioni normali, e sicuramente limiterà la trazione dell’auto sul ghiaccio nero.
  • Non parlare al cellulare durante la guida e non giocare con i tasti dell’autoradio! Prestare sempre la massima attenzione alla strada per non rischiare un incidente!
  • Un buon consiglio generale per la guida sul ghiaccio è quello di evitare movimenti bruschi. Sterzare, accelerare o frenare rapidamente può causare gravi perdite di trazione da parte dell’auto. Un modo per adattare il proprio stile di guida alla guida sul ghiaccio è quello di immaginare di avere un uovo sotto il pedale del gas e del freno. Cercare di non rompere l’uovo immaginario, ci aiuterà guidare in maniera molto più cauta senza quasi accorgersene.
  • Se il meteo prevede brutto tempo e ci sono tutte le condizioni per la formazione del ghiaccio… se non è proprio indispensabile e meglio restare a casa ed evitare di guidare.