Telethon: la raccolta fondi e la pedalata in città

0

Arezzo parte attiva della maratona nazionale promossa dalla fondazione

Presentato il programma di iniziative, patrocinato dal Comune di Arezzo, della Fondazione Telethon in vista della tradizionale raccolta fondi natalizia.

Sabato 15 e domenica 16 dicembre, banchi con in vendita i gadget della fondazione in Piazza Grande, Piazza San Jacopo, alla Conad di Ponte a Chiani e di via Chiarini, all’ospedale San Donato, alla Pam di Tortaia e di via Calò, quest’ultimo gestito dalla Unione italiana lotta alle distrofie muscolari.

“Arezzo – ha sottolineato il coordinatore Lorenzo Barbagli di Telethon Arezzo – è parte attiva della maratona nazionale che si tiene dal 14 al 22 dicembre in tutta Italia. All’Arezzo Equestian Center, la raccolta fondi comincerà venerdì 14 per prolungarsi lungo l’intero fine settimana, in concomitanza con il concorso di salto a ostacoli. Sabato 15, la gara clou della giornata è peraltro intitolata ‘Gran Premio Telethon Città di Arezzo Andrea Barbagli’ e per questo ringrazio vivamente il centro ippico. Così come ringrazio i volontari che saranno ai banchi durante le due giornate. Si tratta di studenti delle classi quarte e quinte del liceo scientifico, dell’Itis, dell’istituto Buonarroti-Fossombroni e dell’istituto professionale Vasari  che da quattro anni consecutivi danno la loro disponibilità”.

“Il cuore di questa iniziativa – ha dichiarato l’assessore alle politiche sociali e sanitarie Lucia Tanti – ruota attorno al tema della ricerca e del contributo che possono dare anche i singoli cittadini. Arezzo città sicura e coesa sviluppa, grazie a eventi come questo, un messaggio di solidarietà in cui il privato evidenzia un ruolo positivo nell’affermarsi della coesione sociale. La cultura dei singoli diventa patrimonio per la collettività”.

“Pedala per Telethon” è l’altro appuntamento in programma: domenica 16 dicembre, terza edizione consecutiva della manifestazione, in collaborazione con Fiab e Polisportiva Albergo-Uliveto, il cui ritrovo è alle 9,30 in Piazza Guido Monaco. Partenza alle 10 e un contributo di 5 euro. Si tratta di una pedalata non competitiva aperta a tutti con lo scopo di sensibilizzare sul tema delle malattie genetiche. Circuito cittadino da Guido Monaco verso la zona Giotto, via Anconetana, via Francesco Severi, via Benedetto da Maiano, via Vittorio Veneto, l’ospedale, Pescaiola, via Fratelli Lebole e via Fiorentina, via Leone Leoni, via Porta Buia e arrivo ancora in Guido Monaco. Ci sarà dunque da prestare attenzione alla circolazione che subirà delle temporanee interruzioni lungo le strade del percorso in corrispondenza del passaggio dei ciclisti.

“Abbiamo dunque – ha aggiunto Lorenzo Barbagli – due discipline sportive, come equitazione e ciclismo, che dimostrano grande sensibilità”.